Il corso rafforza le competenze di base acquisite, consolidando le nozioni di scrittura, lettura e comprensione scritta e orale, ed ampliando le conoscenze delle strutture grammaticali.

Nello specifico lo studente imparerà ad indicare possesso, esprimere intenzione e desiderio, decrivere cose e persone, indicare il proprio carattere, chiedere e dire l'età, proporre attività ed esprimere pareri ed opinioni.

Dal punto di vista grammaticale saranno presentati il verbo avere, i classificatori, i verbi modali, il predicato aggettivale, pronomi interrogativi di quantità, alcuni complementi indiretti.


Il corso mira a offrire una conoscenza generale dei capolavori della letteratura cinese, dai classici pre-Qin, che hanno gettato le basi del millenario codice di civiltà cinese, sino ai romanzi moderni delle dinastie Ming e Qing. In questo itinerario alla scoperta del patrimonio letterario della Cina, gli studenti saranno messi a confronto con generi diversi di scrittura (pensiero filosofico, poesia, racconto breve, romanzo) e soprattutto verrà privilegiata la lettura diretta dei testi rispetto all’approccio tradizionale basato sull’apprendimento mnemonico delle correnti, delle vite degli autori e degli stili.

I testi verranno letti ed analizzati in traduzione (italiano o inglese) e, dove è possibile, nell’originale cinese, sotto la guida dell’insegnante. Gli studenti saranno stimolati a riflettere sulla lingua, sulla traduzione e anche sulla contemporaneità del testo (ossia su quanto il testo è capace di parlare al lettore di oggi).

Le lezioni saranno interattive, ossia alle spiegazioni della docente seguiranno la discussione in classe e le riflessioni personali degli studenti su ogni testo che verrà preso in esame.

La frequenza è quindi altamente consigliata e la docente terrà conto della partecipazione attiva in classe ai fini dell’esame.


Testi/Bibliografia

1. Cheng, Anne, Storia del Pensiero Cinese, Feltrinelli, Milano, 1997 (vol. I);

2. Edoarda Masi: Cento Capolavori della Letteratura Cinese, Quodlibet, Macerata, 2009;

3. Mario Sabattini, Paolo Santangelo: Il Pennello di Lacca. La narrativa cinese dalla dinastia Ming ai giorni nostri, Laterza, Bari, 2008;

4. Materiale fornito dalla docente (estratti da: Classico delle Odi; Analecta di Confucio; Zhuang Zi; Memorie dello Storico; Poesia Tang; Romanzo dei Tre Regni; Lo Scimmiotto; Il Sogno della Camera Rossa).


Metodi didattici

Close reading; analisi linguistica; dialettica testo-contesto; teoria della ricezione (enfasi posta sul lettore e sulla contemporaneità del testo)

Ogni lezione sarà divisa in due momenti: oltre all’introduzione al testo, alla descrizione del contesto storico, alla lettura guidata dalla docente, si svolgerà una discussione in classe dei testi (lingua e contenuto), dove è obbligatoria la partecipazione attiva dei discenti. Agli studenti è inoltre richiesto di leggere a casa il testo che viene poi discusso in classe (min 5 max 30 pagine per settimana).


Il corso fornisce le competenze di base per la scrittura, la lettura, la comprensione di semplici testi, la produzione di dialoghi di uso quotidiano con le funzioni comunicative di base.

Nello specifico lo studente imparerà a salutare, presentarsi, indicare e chiedere la provenienza e la nazionalità, parlare dei propri hobby e dei propri interessi, indicare il possesso, esprimere intenzione e necessità, descrivere il carattere, indicare l'età.

Dal punto di vista grammaticale saranno presentate le frasi affermative, interrogative e negative, il verbo essere e avere, i pronomi interrogativi, gli avverbi di frequenza, le costruzioni con verbi in serie, verbi modali, i classificatori, i verbi aggettivali, alcuni complementi indiretti.

Nella parte di lettorato gli studenti approfondiranno gli aspetti della letto-scrittura e della fonetica.


Programma/Contenuti

Durante il corso si affronteranno testi di informazione e promozione turistica legati a diversi temi: territorio e natura, storia e cultura, enogastronomia, moda e Made in Italy…

Lo scopo primario sarà quello di sensibilizzare gli studenti circa la tipologia testuale e la terminologia; in secondo luogo, attraverso l'introduzione di adattamenti di elaborati reali ed originali, non più quindi creati appositamente per scopi didattici, saranno messe alla prova le abilità espressive in lingua cinese e le tecniche traduttive di base.

Il corso è semestrale, ha una durata complessiva di 40 ore.

Si ricorda che la frequenza è obbligatoria 70%.

Testi/Bibliografia

Bibliografia consigliata:

Osimo B., (2015) Manuale del traduttore, Milano: Hoeplin, cap. 1-5

Abbiati M., (2015) La lingua cinese, Venezia: Cafoscarina, cap. 1-2

Romagnoli C., (2016) Grammatica cinese, Milano: Hoepli (per consultazione)

Dizionari consigliati:

Zhao X., (2013) Il dizionario cinese-italiano, italiano-cinese, Bologna: Zanichelli

oppure

Casacchia, G., Bai Y., (2013) Dizionario cinese-italiano, Venezia: Cafoscarina.

I testi trattati a lezione saranno reperibili in formato digitale su piattaforma Moodle al seguente link https://moodle.sslmit.unibo.it/course/view.php?id=1273